giallizagarella fabrizio

Ucronia criminale: metamorfosi di Cosa Nostra dell’Avv. Fabrizio Zagarella

4.5/5 - (4 votes)

Ucronia criminale: metamorfosi di Cosa Nostra dell’Avv. Fabrizio Zagarella

Puoi acquistare questo libro su Amazon, clickando su questo link

Se vuoi sostenere newslibri.it, clicka su questo link e offrici un caffè

Ma è davvero andato come ci hanno raccontato? (P. Grigoli)

“Ucronìa Criminale” è una fantastoria, un romanzo giallo sociale, è la nuova avventura di Pino Grigoli, personaggio nato dalla penna dello scrittore, avvocato civilista imprestato, come lui stesso scrive, alla Giustizia Italica, per svolgere l’ingrato mestiere di giudice precario.

Il racconto rappresenta un tempo che non esiste (da cui il titolo) nel quale la Mafia siciliana, sciolta dai legami territoriali insulari, realizza una vera metamorfosi strutturale e ideologica, dopo il periodo stragista degli anni 1985 – 1992-1993, per espandersi nella formazione di compagini criminali, che vivono e si muovono in una dimensione planetaria globale.

Nel nuovo scenario Grigoli, in una veste insolita, insegue l’ambizione di un ingegnere ferrarese e le utopie politiche del fratello marxista, espandendo lo sguardo in direzione di un panorama planetario divenuto la nuova patria del crimine del nuovo millennio, dopo la celebrazione del processo penale contro gli esecutori dell’attentato di via dei Georgofili a Firenze nell’estate del 1993. Le inopinate scoperte e le sue deduzioni lo porteranno lontano, persino dal territorio italiano, nella ricostruzione dell’ultimo cinquantennio di storia italiana.
Ucronia è un sostantivo che significa la presentazione di eventi coerenti, ma ipotetici e simulati.

In letteratura, è un genere di narrativa fantastica. Basata sulla premessa generale che la vicenda abbia seguito un percorso alternativo, rispetto a quello finale.

Le emozioni tipiche del protagonista lasciano lo spazio narrativo alle problematiche della tutela dell’ambiente e della ricerca di energie alternative a quelle fossili altamente inquinanti.

La curiosità di Pino Grigoli si scontrerà con la cupidigia di grandi forze finanziarie e di farabutti criminali.

È dunque questo nuovo lavoro dello scrittore un percorso esplorativo dei sentieri criminali tracciati dagli ultimi quarant’anni di storia italiana che, tuttavia, estende i suoi orizzonti su tutto il pianeta terra.

Dalla strage di via dei Georgofili a Firenze dell’estate del ’93 è trascorso più del tempo di un’intera generazione di italiani, che sono cresciuti e diventati adulti portando sulle spalle una zavorra pesante e incomprensibile che i loro predecessori hanno lasciato loro in dote ma senza spiegare il perché.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *